Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
 

Previdenza, assistenza

Assicurazione e lavoro

Circolari, Messaggi, articoli e Normativa



Sulla retribuzione in contanti la sanzione è commisurata alle mensilità pagate violando il divieto

Postato in Previdenza, assistenza, Assicurazione e Lavoro.

L’Ispettorato nazionale del Lavoro, con la nota 4.7.2018 n. 5828, ritorna sulla questione del divieto di retribuire i lavoratori in contanti dallo scorso 1° luglio, per precisare che la sanzione da 1.000 a 5.000 euro deve essere calcolata tenendo conto del numero delle mensilità pagate violando la disposizione contenuta nell’art. 1, c. 910 della L. 205/2017.

Ispettorato nazionale del Lavoro - Nota 4.7.2018, n. 5828

Dove Operiamo

  • Toscana
  • Lazio
  • Emilia Romagna
  • Veneto
  • Liguria
  • Piemonte
  • Lombardia
  • Calabria

Partnership

  • Dare Futuro
  • Susini Sandro

I nostri uffici

  • Via Pistoiese, 387/G - 50145 - Firenze (IT)
    P.I. 05891390485 - iscrizione REA n° FI 583790
  • (39) 055 4220806
  • fax (39) 055 4361126