Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

Approfondimenti

Articoli di approfondimento



Collaborazioni e certificazione di assenza di etero organizzazione

Postato in Approfondimenti.

Gli effetti della certificazione di un contratto di collaborazione coordinata e continuativa che attesti l'assenza di etero-organizzazione ex D.Lgs 81/2015 e il potere del Giudice di disattendere il giudizio espresso dalle parti presso la Commissione di certificazione (ai sensi dell'art.30, comma 2, legge 183/2010)

A un anno dall'entrata in vigore del D.Lgs 81/2015 (uno dei decreti attuativi del Jobs Act), emanato con il dichiarato intento di riordinare, snellire e quindi anche di semplificare le numerose tipologie contrattuali presenti nell'ordinamento (ritenute ormai ridondanti rispetto alla proclamazione del lavoro subordinato come "forma comune(1)" e "dominante(2)" di rapporto di lavoro), ci si trova a invece fare i conti, come troppo spesso accade(3), con complicazioni ed incertezze sia dal punto di vista giuridico che operativo. (FONTE GUIDA AL LAVORO)

Permesso di lavoro per i richiedenti asilo e occupazione irregolare

Postato in Approfondimenti.

I rifugiati possono lavorare solo dopo sei mesi dalla domanda di asilo politico

La ricevuta della richiesta di protezione internazionale costituisce per lo straniero in Italia permesso di soggiorno provvisorio. Tale permesso consente al richiedente asilo politico di espletare attività lavorativa decorsi sessanta giorni dalla presentazione della domanda di protezione. (FONTE GUIDA AL LAVORO)

Legge comunitaria: come può mutare la tutela nei cambi di appalto

Postato in Approfondimenti.

Sulla Gazzetta Ufficiale dell’8 luglio 2016 è stata pubblicata la legge comunitaria per il corrente anno che, con il numero n. 122, entrerà in vigore il prossimo 23 luglio. Si tratta di disposizioni di vario contenuto emanate per ottemperare a direttive o sentenze comunitarie ma anche a prevenire procedure di infrazione: l’unica norma che riguarda la materia lavoro è inserita nell’art. 30 e riscrive il comma 3 dell’art. 29 del il quale, nella vecchia stesura, escludeva l’applicazione dell’art. 2112 c.c. in tutte quelle ipotesi in cui il personale passava alle dipendenze di un altro appaltatore in presenza di norme dettate dalla legge, dalla contrattazione collettiva o dal bando di gara.

Trasporto in Francia: minimo garantito per gli autisti

Postato in Approfondimenti.

Dal 1° luglio, le aziende straniere che distaccano lavoratori addetti al trasporto merci su strada e alla navigazione interna in Francia (esclusi i casi in cui il trasporto non ha inizio o fine in territorio francese ma si tratta del solo transito) devono fare riferimento al salario minimo francese, pari a 9,61 euro per ogni ora. Le nuove norme prevedono anche il rilascio di un'attestazione di distacco, con validità semestrale, e la designazione di un rappresentante in Francia.

Dove Operiamo

  • Toscana
  • Lazio
  • Emilia Romagna
  • Veneto
  • Liguria
  • Piemonte
  • Lombardia
  • Calabria

Partnership

  • Dare Futuro
  • Susini Sandro

I nostri uffici

  • Via Pistoiese, 387/G - 50145 - Firenze (IT)
    P.I. 05891390485 - iscrizione REA n° FI 583790
  • (39) 055 4220806
  • fax (39) 055 4361126