Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
 

Job Consulting

centro elaborazione dati

La certezza e la qualità dei servizi complementari alla consulenza del lavoro per la gestione delle buste paga


Job Consulting soc. coop. è una società di servizi di gestione e amministrazione del personale che si rivolge a studi professionali o aziende di piccole, medie e grandi dimensioni di ogni settore produttivo che intendano esternalizzare l’attività di elaborazione paghe.

Apprendistato, gli incentivi per i contratti di primo livello

Postato in Previdenza, assistenza, Assicurazione e Lavoro.

L'Inps, con messaggio 16 giugno 2017, n. 2499,  sette mesi dopo l'entrata in vigore della norma (Legge di bilancio 2017), interviene sulla proroga al 31 dicembre 2017 degli incentivi previsti in caso di assunzione di lavoratori  in contratto d'apprendistato per la qualifica ed il diploma professionale, il diploma di istruzione secondaria superiore ed il certificato di specializzazione tecnica superiore.
L’Inps ritiene che l’agevolazione fissa al 5% si applica a tutti i datori di lavoro a prescindere dai limiti dimensionali, pertanto dal 24 settembre 2015 non è applicabile agli apprendisti di primo livello la gradualità contributiva prevista per le aziende che occupano alle dipendenze un numero di addetti pari o inferiore a nove.
Vengono anche istituiti nuovi codici da utilizzare, a partire da luglio 2017, nella compilazione mensile dei flussi Uniemens. (FONTE INPS)

Inps - Messaggio 16.06.2017, n. 2499

La nuova regolazione del lavoro occasionale

Postato in Previdenza, assistenza, Assicurazione e Lavoro.

In sostituzione dei voucher il legislatore introduce due ipotesi di lavoro occasionale, per le famiglie e per le imprese che occupano meno di cinque lavoratori.
Tre sono i limiti sul versante retributivo con riferimento a tutte quelle attività lavorative che danno luogo rispettivamente, nel corso di un anno civile, (a) per ciascun prestatore, con riferimento alla totalità degli utilizzatori, a compensi di importo complessivamente non superiore a € 5000 ovvero (b) per ciascun utilizzatore, con riferimento alla totalità dei prestatori, a compensi di importo complessivamente non superiore a € 5000. Mentre per le (c) prestazioni complessivamente rese da ogni prestatore in favore del medesimo utilizzatore il terzo limite è quello di compensi di importo non superiore a € 2.500. (FONTE LEGISLATIVA)

Legge 21 giugno 2017, n. 96 (S.O. n. 31 alla G.U. 23 giugno 2017 n. 144)

Naspi e congedo straordinario per assistenza di familiari con handicap

Postato in Previdenza, assistenza, Assicurazione e Lavoro.

Il congedo straordinario per assistere un parente/affine disabile entro il terzo grado comporta un allungamento del periodo utile per la verifica dei requisiti contributivi di accesso alla Naspi.
Lo ha precisato l’Inps con il messaggio n. 2178 del 26 maggio 2017, in cui ha chiarito che, ai fini della ricerca del requisito delle 13 settimane (nel quadriennio precedente) e delle 30 giornate di lavoro effettivo (nei 12 mesi precedenti), sono da neutralizzare anche i periodi di congedo riconosciuti al familiare/affine convivente entro il terzo grado, laddove non siano stati riconosciuti agli altri familiari, nel rispetto dell’ordine di priorità previsto dalla sentenza della Corte Costituzionale n. 203/2013. (FONTE INPS)
Inps - Messaggio del 26 maggio 2017, n. 2178

Decreto fiscale, sgravio contributivo per i premi di produttività

Postato in Previdenza, assistenza, Assicurazione e Lavoro.

Il D.L. 24 aprile 2017, n. 50, con l’art. 55 (rubricato “premi di produttività”) interviene sulle disposizioni (L. 208/2015) che regolano la parziale detassazione dei premi di produttività/partecipazione agli utili, concordati mediante la sottoscrizione di contratti collettivi di secondo livello.
In particolare, il legislatore è intervenuto riscrivendo il c. 189, dell’art. 1, della citata L. 208/2015. Detto comma prevedeva l’innalzamento del tetto detassabile da € 3.000 a € 4.000 qualora si coinvolgessero, pariteticamente, i lavoratori nell’organizzazione del lavoro.
In sostanza, qualora l’azienda, dal 25.4.2017, ai fini della gestione dei premi variabili di produttività/partecipazione agli utili, coinvolga anche i lavoratori nell’organizzazione del lavoro (secondo quanto stabilito dall’accordo di secondo livello e nel rispetto del D.M. 25.3.2016) il beneficio che ne deriva non è più quello di aumentare il valore, da € 3.000 a € 4.000, tassabile con l’imposta sostitutiva del 10% ovvero convertibile parzialmente/totalmente in flexible benefits, ma sarà quello di applicare un esonero contributivo, su una base imponibile non superiore a € 800,00 (dei complessivi € 3.000 parzialmente detassabili). (FONTE LEGISLATIVA)

CIGO per eventi oggettivamente non evitabili

Postato in Previdenza, assistenza, Assicurazione e Lavoro.

A integrazione di quanto stabilito nel messaggio 23 novembre 2016, n. 4752, l’Inps ha precisato che tra gli eventi oggettivamente non evitabili, che quindi consentono la domanda di CIGO entro la fine del mese successivo a quello in cui si è verificato l’evento, rientrano anche la mancanza di energia elettrica; il guasto ai macchinari e, infine, il sisma. (FONTE INPS)

Dove Operiamo

  • Toscana
  • Lazio
  • Emilia Romagna
  • Veneto
  • Liguria
  • Piemonte
  • Lombardia
  • Calabria

Partnership

  • Dare Futuro
  • Susini Sandro

I nostri uffici

  • Via Pistoiese, 387/G - 50145 - Firenze (IT)
    P.I. 05891390485 - iscrizione REA n° FI 583790
  • (39) 055 4220806
  • fax (39) 055 4361126