Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
 

Job Consulting

centro elaborazione dati

La certezza e la qualità dei servizi complementari alla consulenza del lavoro per la gestione delle buste paga


Job Consulting soc. coop. è una società di servizi di gestione e amministrazione del personale che si rivolge a studi professionali o aziende di piccole, medie e grandi dimensioni di ogni settore produttivo che intendano esternalizzare l’attività di elaborazione paghe.

Prospetto informativo dei disabili entro il 15 maggio 2016

Postato in Previdenza, assistenza, Assicurazione e Lavoro.

In relazione agli obblighi previsti dall’articolo 9 della legge 12 marzo 1999, n. 68, il Ministero ha fornito alcune precisazioni a seguito delle modifiche che sono state introdotte dal Jobs Act, con riguardo a quanto segue: base di computo dell’organico, computabilità nella quota di riserva, sospensione degli obblighi, esonero parziale e richiesta di avviamento (mediante richiesta nominativa entro 60 giorni dal momento in cui orge l’obbligo di assunzione).
Una nota importante riguarda la scadenza dell’adempimento: viene infatti precisato che, in considerazione delle recenti modifiche, i servizi informatici saranno disponibili dal 15 aprile 2016 e la scadenza per la presentazione del prospetto informativo è prorogata al 15 maggio 2016. (FONTE MINISTERIALE)

Esonero contributivo e assunzione del pensionato

Postato in Previdenza, assistenza, Assicurazione e Lavoro.

In merito all’esonero contributivo triennale, per le nuove assunzioni a tempo indeterminato, previsto dall’articolo 1, co. 118, della legge n. 190/2014 (legge di stabilità 2015), il Ministero ha precisato che, poiché la norma non circoscrive la platea dei lavoratori per i quali è possibile godere dell’esonero contributivo a coloro che non percepiscono un trattamento pensionistico, ne deriva che, in assenza di una preclusione espressa, l’assunzione a tempo indeterminato di lavoratori già percettori di trattamento pensionistico dà luogo all’applicazione dello sgravio. (FONTE MINISTERIALE)

Contributi Inps 2016

Postato in Previdenza, assistenza, Assicurazione e Lavoro.

Anche per il 2016, l’Inps ha stabilito il limite minimo di retribuzione giornaliera e ha aggiornato gli altri valori per il calcolo di tutte le contribuzioni dovute in materia di previdenza e assistenza sociale per la generalità dei lavoratori dipendenti. In particolare, il minimale di retribuzione per la generalità dei lavoratori dipendenti è pari a 47,68 euro al giorno. In riferimento ai  rapporti a tempo parziale, nel caso di orario di 40 ore settimanali, il calcolo per determinare la retribuzione minima oraria è il seguente: euro 47,68 x 6 /40 = euro 7,15. Infine, l’aliquota aggiuntiva dell’1 per cento si applicherà sulla quota di retribuzione eccedente 46.123,00 euro che, rapportato a dodici mesi, è pari a euro 3.843,58, da arrotondare a euro 3.844,00.(FONTE INPS)

Gestione separata: aliquote contributive 2016

Postato in Previdenza, assistenza, Assicurazione e Lavoro.

L'Inps ha reso note le nuove aliquote per il versamento della contribuzione alla Gestione Separata valide per l'anno 2016, distinguendo tra liberi professionisti e collaboratori e figure assimilate.
Per i liberi professionisti non assicurati presso altre forme pensionistiche obbligatorie, l'aliquota è pari al 27,72% (27 IVS + 0,72 aliquota aggiuntiva); invece, per i titolari di pensione o assicurati presso altre forme previdenziali obbligatorie, l'aliquota scende al 24%.
Per i collaboratori e figure assimilate non assicurati presso altre forme pensionistiche obbligatorie, l'aliquota è pari al 31,72% (31 IVS + 0,72 aliquota aggiuntiva); invece, per i titolari di pensione o assicurati presso altre forme previdenziali obbligatorie, l'aliquota scende al 24%.
Il massimale ed il minimale restano invariati, il massimale è pari a euro 100.324,00, mente il minimale è pari a euro 15.548,00. (FONTE INPS)

Aliquote contributive 2016 per le aziende agricole

Postato in Previdenza, assistenza, Assicurazione e Lavoro.

L'Inps ha pubblicato le tabelle contenenti le aliquote contributive in vigore dal 1° gennaio al 31 dicembre 2016 per le aziende agricole (operai agricoli a tempo determinato e indeterminato).
Poiché la variazione percentuale negli indici dei prezzi al consumo per le famiglie di operai ed impiegati accertata dall'Istat è pari a -0,1%, la misura per l'anno 2016 del limite minimo di retribuzione giornaliera e degli altri valori per il calcolo delle contribuzioni dovute per la generalità dei lavoratori dipendenti è pari a quella del 2015.
Per l'anno 2016, quindi, l'aliquota contributiva di tale settore è fissata nella misura complessiva del 28,50%, di cui 8,84% a carico del lavoratore. (FONTE INPS)

Co.co.co.: le indicazioni operative del Ministero per il personale ispettivo

Postato in Previdenza, assistenza, Assicurazione e Lavoro.

Alla luce delle disposizioni introdotte dal decreto legislativo 15 giugno 2015, n. 81, il Ministero ha fornito le proprie prime indicazioni operative in materia di co.co.co., precisando anzitutto che saranno avviate specifiche campagne ispettive con particolare riferimento al settore dei call center.
Con riguardo all’applicazione della disciplina del rapporto di lavoro subordinato, ove si ravvisi l’etero-organizzazione, essa darà luogo anche all’adozione delle sanzioni in materia di collocamento. Per quanto concerne, infine, la procedura di stabilizzazione, essa non inficia la possibilità di avvalersi dell’esonero contributivo previsto dalla legge di stabilità 2016. (FONTE MINISTERIALE)

Lavoratori somministrati 2015 – comunicazione obbligatoria ai sindacati entro il 31 gennaio

Postato in News e aggiornamenti normativi.

Si ricorda che entro il 31 gennaio 2016 le aziende che hanno utilizzato, nel corso del 2015, lavoratori in somministrazione, dovranno effettuare una comunicazione annuale obbligatoria alle rappresentanze sindacali aziendali (RSA) ovvero alla rappresentanza sindacale unitaria (RSU) o, in mancanza, agli organismi territoriali di categoria delle associazioni sindacali comparativamente più rappresentative sul piano nazionale, con i dati relativi ai contratti di somministrazione stipulati nel 2015.

Dove Operiamo

  • Toscana
  • Lazio
  • Emilia Romagna
  • Veneto
  • Liguria
  • Piemonte
  • Lombardia
  • Calabria

Partnership

  • Dare Futuro
  • Susini Sandro

I nostri uffici

  • Via Pistoiese, 387/G - 50145 - Firenze (IT)
    P.I. 05891390485 - iscrizione REA n° FI 583790
  • (39) 055 4220806
  • fax (39) 055 4361126