Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
 

Job Consulting

centro elaborazione dati

La certezza e la qualità dei servizi complementari alla consulenza del lavoro per la gestione delle buste paga


Job Consulting soc. coop. è una società di servizi di gestione e amministrazione del personale che si rivolge a studi professionali o aziende di piccole, medie e grandi dimensioni di ogni settore produttivo che intendano esternalizzare l’attività di elaborazione paghe.

Nullità del patto di prova: applicazione disciplina licenziamento

Postato in Giurisprudenza.

La Corte di Cassazione, Sezione Lavoro, con sentenza 12 settembre 2016, n. 17921, ha statuito che nell’ipotesi di licenziamento intimato in costanza di un patto di prova ritenuto valido, ma nella realtà affetto da nullità, opera la disciplina ordinaria dei licenziamenti, applicandosi la tutela reintegratoria se il datore di lavoro non allega e dimostra l’insussistenza del requisito dimensionale, o, in alternativa, la tutela obbligatoria. Nel caso di specie, i giudici hanno ritenuto nullo il patto di prova stipulato, nonostante il lavoratore avesse già svolto le medesime mansioni in forza di un contratto a progetto, tuttavia hanno escluso l’automatica ricostituzione del rapporto con la condanna al risarcimento delle retribuzioni perdute dal ricorrente nelle more del giudizio. (Fonte Cassazione)

Cambio di appalto, con la legge europea nuovi obblighi per il personale assorbito

Postato in Approfondimenti.

Dal 23 luglio il subentro nell'appalto conosce nuove regole in virtù dell'entrata in vigore della legge Comunitaria 2016

Con l'entrata in vigore della legge comunitaria (legge 7 luglio 2016, n. 122) hanno acquisito efficacia le regole che hanno modificato in misura rilevante il testo dell'art. 29, comma 3, del D.lgs. n. 276/2003 (la legge Biagi), nella parte in cui escludeva l'applicabilità delle regole del trasferimento di azienda alla fattispecie in caso di successione di appalti. (FONTE GUIDA AL LAVORO)

Riduzione contributiva, istanze dal 1° settembre

Postato in Previdenza, assistenza, Assicurazione e Lavoro.

Con il messaggio 3358 del 10 agosto scorso, l'Inps ha comunicato che anche per il 2016 le aziende del settore edile potranno beneficiare della riduzione contributiva, già fissata per il 2015, pari al 11,50%. Le aziende suddette potranno inoltrare, per via telematica, l'istanza per accedere al beneficio a decorrere dal 1° settembre 2016. L'Istituto dopo aver ricordato che lo sgravio è applicabile per i periodi di paga da gennaio a dicembre 2016 e che le posizioni contributive relative ai datori di lavoro ammessi allo sgravio saranno contraddistinte dal codice di autorizzazione "7N", ha illustrato le modalità con le quali esporre lo sgravio nel flusso Uniemens. (FONTE INPS)

Cambio appalto: in vigore dal 23 luglio le norme della Legge europea 2015-2016

Postato in Previdenza, assistenza, Assicurazione e Lavoro.

Entra in vigore il 23 luglio 2016 la Legge europea 2015-2016, pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale n. 158 dello scorso 8 luglio, che con l'articolo 30 va a sostituire il comma 3 dell'articolo 29 del decreto legislativo 276/2003, disponendo che "l’acquisizione del personale già impiegato nell’appalto a seguito di subentro di nuovo appaltatore dotato di propria struttura organizzativa e operativa, in forza di legge, di contratto collettivo nazionale di lavoro o di clausola del contratto d’appalto, ove siano presenti elementi di discontinuità che determinano una specifica identità di impresa, non costituisce trasferimento d’azienda o di parte d’azienda.". (FONTE COMUNITA' EUROPEA)

Contributo esonerativo assunzione disabili: le istruzioni del Ministero

Postato in Previdenza, assistenza, Assicurazione e Lavoro.

Il Ministero del Lavoro, con nota n. 5113 del 27 luglio 2016, ha fornito le indicazioni operative riguardanti le modalità di versamento del contributo esonerativo in caso di autocertificazione dell’esonero contributivo per quanto concerne gli addetti impegnati in lavorazioni che comportano il pagamento di un tasso di premio ai fini INAIL pari o superiore al 60 per mille e per i quali sono tenuti a versare al Fondo per il diritto al lavoro dei disabili il suddetto contributo pari a 30,64 euro per ogni giorno lavorativo per ciascun lavoratore con disabilità non occupato. Il Ministero ha illustrato le modalità e le condizioni da rispettare per poter accedere al beneficio, precisando che il versamento va effettuato tramite bonifico bancario ordinario. (FONTE MINISTERIALE)

Invio telematico certificato di malattia: il lavoratore deve verificarne l’esito

Postato in Giurisprudenza.

La Corte di Cassazione, Sezione Lavoro, con sentenza 22 luglio 2016, n.15226, ha deciso che deve ritenersi legittimo il licenziamento disciplinare per assenza ingiustificata inflitta al dipendente dopo che il certificato medico attestante la sua malattia non risulti mai pervenuto all’Inps mediante invio telematico, mancando la prova che il sanitario abbia almeno tentato la spedizione, dovendo ritenersi che la previsione della trasmissione informatica del certificato di malattia direttamente dal medico del lavoratore all’Istituto previdenziale esonera unicamente il prestatore dall’obbligo di inviare la certificazione cartacea, ma non da quello, previsto contrattualmente, di avvisare dell’assenza e aggiungere che il prestatore è tenuto a verificare che la procedura informatica abbia avuto esito regolare. (FONTE CASSAZIONE)

Dove Operiamo

  • Toscana
  • Lazio
  • Emilia Romagna
  • Veneto
  • Liguria
  • Piemonte
  • Lombardia
  • Calabria

Partnership

  • Dare Futuro
  • Susini Sandro

I nostri uffici

  • Via Pistoiese, 387/G - 50145 - Firenze (IT)
    P.I. 05891390485 - iscrizione REA n° FI 583790
  • (39) 055 4220806
  • fax (39) 055 4361126