Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
 

Job Consulting

centro elaborazione dati

La certezza e la qualità dei servizi complementari alla consulenza del lavoro per la gestione delle buste paga


Job Consulting soc. coop. è una società di servizi di gestione e amministrazione del personale che si rivolge a studi professionali o aziende di piccole, medie e grandi dimensioni di ogni settore produttivo che intendano esternalizzare l’attività di elaborazione paghe.

Dal 1° gennaio cambia l'obbligo di un disabile per le aziende che occupano almeno 15 dipendenti

Postato in Previdenza, assistenza, Assicurazione e Lavoro.

Vi ricordiamo che, dal 1° gennaio 2018, viene soppresso l’art. 3, comma 2, del legge n. 68/1999, che prevedeva, nelle aziende da 15 a 35 dipendenti, l’adempimento dell’obbligo di assumere un lavoratore disabile soltanto in caso di una nuova assunzione (la sedicesima).

Con la modifica introdotta dal Jobs Act (Decreto Legislativo n. 151/2015), l’obbligo di assunzione del soggetto disabile avviene già con la 15° unità.

In considerazione di ciò, le aziende da 15 a 35 dipendenti, qualora non avessero ancora assunto un lavoratore disabile, avranno 60 giorni di tempo per mettersi in regola.

Vi rammentiamo, altresì, che il c.d. correttivo al Jobs act (Decreto Legislativo n. 185/2016), ha inasprito le sanzioni per mancata assunzione del disabile (le quali, ovviamente, riguardano tutte le imprese piccole e grandi che non hanno ottemperato all’obbligo) che passano da 62,77 euro a 153,20 euro per ogni giorno lavorativo di ritardo. La sanzione, fissa ma progressiva, è diffidabile (1/4 dell’importo complessivo) a condizione che il datore di lavoro, oltre alla presentazione del prospetto informativo, sottoscriva il contratto di assunzione con il portatore di handicap. (FONTE LEGISLATIVA)

Solidarietà del committente anche in caso di subfornitura

Postato in Giurisprudenza.

Con sentenza n 254 del 6 dicembre 2017, la Corte Costituzionale ha fornito una lettura orientata al comma 2 dell’art. 29 del decreto legislativo n. 276/2003.
La Consulta ha affermato che la responsabilità solidale del committente per retribuzioni e contribuzioni si applica non soltanto negli appalti e nei subappalti come afferma la norma, ma anche nei confronti dei dipendenti delle aziende che operano con un contratto di subfornitura ex lege n. 192/1998. (FONTE CORE COSTITUZIONALE)

Infoday sul Programma europeo "Progetto IPEYE2"

Postato in Approfondimenti.

Infoday sul Programma europeo

Sostegno all’imprenditorialità

Progetto IPEYE2

 

05 Agosto 2017, ore 19.30 – 20.30
 
Agriturismo La Selvella
SP478, 53040 Radicofani SI
http://www.selvella.com/

 

State pensando di avviare una vostra impresa o l’avete costituita da poco? O forse siete imprenditori di successo alla ricerca di nuovi mercati e idee innovative? Il progetto IPEYE2 può aiutarvi!

 

Dare Futuro Società Cooperativa organizza un Infoday per presentare lo stadio di avanzamento del progetto IPEYE2 un’iniziativa nell’ambito del programma comunitario “Erasmus per giovani imprenditori” che vede coinvolti otto partners Europei provenienti da Irlanda, Spagna, Francia, Grecia, Turchia Repubblica Ceca e Italia.

 

 

L’appuntamento è il 05 Agosto 2017 alle ore 19.30 presso L’Agriturismo La Selvella SP478, 53040 Radicofani (Siena).

 

IPEYE2 finanzia opportunità di mobilità internazionale e di scambio di know-how. L’iniziativa offre ai nuovi imprenditori (o aspiranti tali) l’opportunità di imparare i segreti del mestiere da professionisti già affermati che gestiscono piccole o medie imprese in un altro paese europeo.

 

L’imprenditore ospitante ha l’occasione di considerare la propria attività sotto nuovi punti di vista: collaborare con partners stranieri e informarsi circa nuovi mercati.

 

Che siate neo-imprenditori o professionisti navigati, il progetto IPEYE2 può apportare un importante valore aggiunto alla vostra attività: scambio di conoscenze ed esperienze, possibilità di estensione della rete di contatti a livello europeo, nuovi rapporti commerciali, accesso a mercati esteri finora sconosciuti, sono solo alcuni dei molteplici benefici.

 

PROGRAMMA

 

 

·         Registrazione partecipanti

·         Drink di benvenuto

·        Introduzione: presentazione del programma Erasmus per Giovani      Imprenditori

     Fabiana Zinelli

·         Presentazione del progetto IPEYE2 e delle opportunità offerte dal programma “Erasmus per Giovani Imprenditori”

         Valentina Zinelli

·         Storie di successo: numero degli scambi conclusi

            

·         Domande e risposte

·         Chiusura dei lavori

 

 

 

La partecipazione è gratuita

 

 

Per maggiori informazioni:

http://www.erasmus-entrepreneurs.eu/

http://www.studiojobconsulting.it/

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Cassazione: valore dei contratti aziendali

Postato in Giurisprudenza.

Con sentenza n. 27115 del 15 novembre 2017, la Corte di Cassazione, richiamando anche precedenti decisioni circa la validità dei contratti integrativi aziendali, ha affermato che singoli lavoratori dissenzienti, iscritti ad altra associazione sindacale non firmataria dell’accordo, qualora lo desiderino, possono agire contro l’accordo, ma che tale interesse ad agire non viene riconosciuto alla organizzazione sindacale dissenziente, rimasta estranea all’accordo.
Tale decisione non riguarda quegli accordi in deroga intervenuti ex art. 8 della legge n. 148/2011 che hanno efficacia erga omnes se raggiunti con la maggioranza dei soggetti sindacali aziendali. (FONTE CASSAZIONE)

INPS: cir.167 – esonero contributivo per i conducenti che esercitano la propria attività in servizi di trasporto internazionale

Postato in Previdenza, assistenza, Assicurazione e Lavoro.

L’INPS ha pubblicato la circolare n. 167 del 10 novembre 2017, con la quale illustrano gli aspetti generali dell’esonero contributivo per i conducenti che esercitano la propria attività in servizi di trasporto internazionale ai sensi dell’art. 1, comma 651, della Legge 28 dicembre 2015, n. 208, come modificato dall’art. 47-bis, commi 2 e 7, Decreto Legge 24 aprile 2017, n. 50, convertito, con modificazioni, dalla L. 21 giugno 2017, n. 96; altresì, fornisce le indicazioni per consentire alle aziende di accedere alla nuova misura incentivante.

A decorrere dal 1º gennaio 2016, a titolo sperimentale per un periodo di tre anni, l’art. 1, comma 651, della Legge 28 dicembre 2015, n. 208, come modificato dall’art. 47-bis, commi 2 e 7, Decreto Legge 24 aprile 2017, n. 50, convertito, con modificazioni, dalla L. 21 giugno 2017, n. 96, ha previsto – per i conducenti che esercitano la propria attività con veicoli a cui si applica il regolamento (CE) n. 561/2006 del Parlamento europeo e del Consiglio del 15 marzo 2006, equipaggiati con tachigrafo digitale e prestanti la propria attività in servizi di trasporto internazionale per almeno 100 giorni annui – la possibilità di richiedere l’esonero dai complessivi contributi previdenziali a carico dei datori di lavoro, con esclusione dei premi e contributi dovuti all’INAIL, nella misura dell’80% dell’ammontare dei contributi medesimi. (Fonte: INPS)

Infortuni: dal 12 ottobre segnalazione anche per un giorno

Postato in Previdenza, assistenza, Assicurazione e Lavoro.

Dal 12 ottobre tutti i datori di lavoro hanno l’obbligo di inviare all’Inail, a fini statistici ed entro 48 ore dalla ricezione del certificato medico, i dati e le informazioni relative agli infortuni sul lavoro che comportino l’assenza dal lavoro di almeno un giorno, escluso quello dell’evento (art. 18, co. 1 bis, D.Lgs. n. 81/2008). La decorrenza dell’adempimento era stata prevista, inizialmente, per la data del 12 aprile 2017, poi il Decreto Milleproroghe (art. 3, co. 3-bis, D.L. n. 244/2016, convertito in L. n. 19/2017) ne ha differito l’entrata in vigore alla data suddetta. (FONTE GOVERNATIVA)

Gestione separata, aumentano gli oneri contributivi per collaboratori e amministratori

Postato in Previdenza, assistenza, Assicurazione e Lavoro.

Dal 1° luglio 2017, per i collaboratori e amministratori, iscritti in via esclusiva alla gestione separata Inps, non pensionati e privi di partita Iva, è dovuta un'aliquota contributiva aggiuntiva pari allo 0,51 per cento; l'onere aggiunti-vo è suddiviso tra collaboratore e committente nella misura rispettivamente di un terzo e di due terzi.

Dove Operiamo

  • Toscana
  • Lazio
  • Emilia Romagna
  • Veneto
  • Liguria
  • Piemonte
  • Lombardia
  • Calabria

Partnership

  • Dare Futuro
  • Susini Sandro

I nostri uffici

  • Via Pistoiese, 387/G - 50145 - Firenze (IT)
    P.I. 05891390485 - iscrizione REA n° FI 583790
  • (39) 055 4220806
  • fax (39) 055 4361126