Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
 

Job Consulting

centro elaborazione dati

La certezza e la qualità dei servizi complementari alla consulenza del lavoro per la gestione delle buste paga


Job Consulting soc. coop. è una società di servizi di gestione e amministrazione del personale che si rivolge a studi professionali o aziende di piccole, medie e grandi dimensioni di ogni settore produttivo che intendano esternalizzare l’attività di elaborazione paghe.

I principi del contratto a tutele crescenti

Postato in News e aggiornamenti normativi.

L’obiettivo della norma è di dare delle tutele ai lavoratori nel caso in cui vengano licenziati illegittimamente da parte del datore di lavoro.
La nuova disposizione legislativa si applica esclusivamente ai lavoratori assunti dal 7 marzo 2015 ed ai lavoratori che, dalla stessa data, hanno avuto trasformato il contratto di lavoro da tempo determinato ad indeterminato o che sono stati qualificati dal rapporto di apprendistato.
Per i lavoratori assunti precedentemente questa data, si applicheranno le regole preesistenti.
Le uniche motivazioni che possono portare alla reintegra del lavoratore riguardano:
  • licenziamento discriminatorio;
  • licenziamento orale;
  • licenziamento durante il periodo di tutela (es. primo anno di matrimonio o maternità);
  • licenziamento disciplinare ove il fatto materiale contestato sia inesistente.
In tutti gli altri casi è previsto esclusivamente un ristoro di natura economica rapportato agli anni di servizio prestati dal lavoratore nell’azienda: 2 per ogni anno di servizio, da un minimo di 4 ad un massimo di 24 mensilità (somma netta sulla quale non devono essere calcolati i contributi).
Al fine di risolvere extra giudizialmente vertenze relative all’impugnativa del licenziamento, l’azienda può offrire, in una delle sedi “protette” previste dal legislatore (es. DTL, sede sindacale), una cifra, sempre rapportata all’anzianità di servizio del lavoratore, pari a 1 (minimo 2) e fino ad un massimo di 18 mensilità. La somma, se accettata, porterà alla risoluzione della controversia.
Nelle aziende fino a 15 dipendenti, qualora dal 7 marzo 2015 vengano fatte nuove assunzioni tali da portare il computo dei lavoratori a più di 15, per tutti i lavoratori presenti in azienda si applicherà il nuovo contratto a tutele crescenti. (FONTE DTL MODENA)

 

Dove Operiamo

  • Toscana
  • Lazio
  • Emilia Romagna
  • Veneto
  • Liguria
  • Piemonte
  • Lombardia
  • Calabria

Partnership

  • Dare Futuro
  • Susini Sandro

I nostri uffici

  • Via Pistoiese, 387/G - 50145 - Firenze (IT)
    P.I. 05891390485 - iscrizione REA n° FI 583790
  • (39) 055 4220806
  • fax (39) 055 4361126